"Nell' azzurro e poi blu profondo del mare,
mi perdo..." C'est moi

io...

La mia foto
Ogliastra, Italy
Se ami la creatività, la manualità, l'arte, la musica, l'altra musica... il mare... Se ami i silenzi e gli occhi che parlano, le risate dei bambini e il profumo del bosco, le rose antiche e le torte nel forno, il tè come il caffè... Se ami la solitudine ma non puoi fare a meno della folla Se ami i libri e i gatti e sei curioso come loro...allora sei nel posto giusto. Benvenuto su questa barca!

mercoledì 25 settembre 2013

Una grande donna e si vede...


Torno, dopo un periodo di assenza super impegnato, super pieno anche di belle novità, con un post, piccolo forse nella misura ma grande nel contenuto, un link a un altro blog, quello della mitica Simo che ama tanto scherzare, che durante molte notti insonni mi ha fatto ridere a lacrime con le sue parole, facendo temere ai vicini che a casa mia ci fosse un'indemoniata...
Ma anche le persone sempre allegre, spiritose e creative alla follia, ogni tanto sono serie, anzi forse sono più serie e sagge di altre e Simona quando lo è, lo è per davvero perché vuol dire che proprio qualcosa non le va giù, non ce la fa, non la digerisce e riflette, riflette con noi scrivendo e condividendo il suo pensiero.
Io condivido ogni parola di questo suo post e aggiungo che per certi aspetti la regola vale anche per i figli maschi. 
In attesa di tornare con post creativi e tante foto delle ultime novità, vi consiglio d caldamente di leggere le sue parole che suonano quasi come un appello, come una domanda rivolta a tutti quei genitori che forse troppo spesso, usano i figli per emergere, per sentirsi giovani e al passo, alla loro altezza, quando invece si rischia solo di cadere nella mediocrità più assoluta, nel patetico, si rischia di diventare ridicoli tutti i componenti della famiglia. 
E non voglio nemmeno pensare agli altri rischi che si corrono con certi atteggiamenti, i pericoli a i quali si va incontro.
Ci sono momenti in cui un genitore deve capire che è arrivato il momento di crescere, di prendersi le proprie responsabilità, un momento in cui  bisogna capire che essere genitore è una missione e non un passatempo, un momento in cui ci si deve dedicare solo all'educazione, al benessere fisico e soprattutto mentale dei figli, un momento in cui bisogna capire che il genitore è la colonna portante della vita dei figli e se questa colonna scricchiola, la vita dei figli sarà destinata a scricchiolare.
Grazie cara Simona, tua figlia è davvero fortunata.


3 commenti:

  1. Ma grazie a te cara Carla. Condivido anche il tuo discorso, siamo sulla stessa lunghezza d'onda, non ce n'è ;-)

    RispondiElimina
  2. Grazie per la segnalazione, un dibattito molto interessante!

    RispondiElimina

Lascia un impronta del tuo passaggio...